Pubblicato il 31-05-2020

GoodNotes + PDF Expert: combo vincente

Due app complementari che ti cambieranno la vita!

Probabilmente se avete effettuato qualche ricerca relativa ad app per gestire i PDF questi, due nomi non vi suoneranno nuovi: sono tra le applicazioni più apprezzate in assoluto in questo campo. Quello che però potrebbe non essere subito chiaro è che non si tratta di software che svolgono esattamente le stesse funzioni: quindi, a mio avviso, sono da considerarsi assolutamente complementari. Ciò significa che vi saranno circostanze in cui sarà più comodo e produttivo usare l’una ed occasioni in cui sarà conveniente usare l’altra: questo breve articolo vi aiuterà a capire come trarre il meglio da entrambe.


Le principali differenze 

Benché entrambe siano pensate per la gestione e la modifica dei PDF sull’iPad, queste app sono profondamente diverse sotto quasi ogni aspetto: ecco le caratteristiche distintive a cui fare maggior attenzione.

GoodNotes

  • Gestione file:
    • Importazione da vari cloud storage;
    • Sincronizzazione con iCloud (ma i file non sono accessibili da iCloud Drive);
    • Backup (unidirezionale) automatico su vari cloud storage;
    • Possibilità di esportare i file come PDF (non più modificabili) o in formato proprietario (nuovamente editabili).
  • Ricerca, preferiti e indice:
    • Riconoscimento scrittura a penna e possibilità di ricercare questo tipo di contenuto anche da un altro dispositivo (in seguito ad esportazione come PDF): killer feature;
    • Indicizzazione e ricerca all’interno di tutti i file salvati nell’app da un’unica posizione;
    • Possibilità di classificare documenti, cartelle e pagine come preferiti e visualizzarli tutti da un’unica posizione.
  • Annotazioni e modifiche ai PDF:
    • Ottimi strumenti per prendere appunti sui PDF, specialmente scrivendo a meno libera con la Pencil;
    • Possibilità di creare blocchi di appunti (estremamente personalizzabili in base alle esigenze) da zero;
    • Esperienza complessiva di scrittura senza pari (estrema naturalezza e piacevolezza nell’utilizzo prolungato): principale punto di forza.
  • App per Mac:
    • Arrivata grazie al progetto Catalyst di Apple;
    • Permette di svolgere tutte le operazioni dell’app per iPad ma chiaramente senza l’ausilio di una penna alcune di esse risultano pressoché inutili; 
    • L’interfaccia è estremamente simile, risultando naturale il passaggio dall’uso di un dispositivo all’altro.
  • Prezzo: 9€.

PDF Expert

  • Gestione file:
    • Sincronizzazione bidirezionale di intere cartelle con vari cloud storage: killer feature;
    • Importazione da vari cloud storage;
    • Integrazione in iCloud Drive.
  • Ricerca, preferiti e indice:
    • Indicizzazione del contenuto dei file salvati localmente (comprese tutte le cartelle sincronizzate), e di quelli presenti in account Google collegati - i file presenti in Dropbox possono essere cercati solo per nome, mentre la ricerca non ha effetto sui file salvati in OneDrive e Box;
    • Possibilità di effettuare ricerche per tipologia di file;
    • All’interno dei documenti viene creato automaticamente un indice di tutte le annotazioni aggiunte al PDF: esse possono essere filtrate per caratteristica (come strumento utilizzato e colore);
    • Possibilità di modificare (e creare) veri e propri indici nei PDF (riconosciuti come tali anche dagli altri software come Acrobat Reader/DC), oltre ad aggiungere semplici preferiti;
    • Possibilità di salvare come preferiti intere cartelle archiviate in vari cloud storage.
  • Annotazioni e modifiche ai PDF:
    • Risultano molto pratici gli strumenti per evidenziare e sottolineare il testo dei PDF in modo “guidato” (basandosi sull’individuazione delle linee di testo);
    • Gli strumenti per aggiungere annotazioni sono diversi ma potrebbero esserne migliorata non poco l’esperienza d’uso;
    • Possibilità di modificare il contenuto del PDF (sia il testo che le immagini) in maniera incredibilmente potente (quasi al pari di ciò che consente di fare Acrobat DC Pro) e veloce: killer feature.
  • App per Mac:
    • Concepita appositamente per Mac; 
    • Permette di svolgere le stesse operazioni della versione per iPad (relativamente all’annotazione e modifica del PDF), ma dispone anche di qualche funzione aggiuntiva;
    • L’interfaccia è abbastanza simile a quella per iPad.
  • Prezzo: abbonamento di 50€/anno circa.


Quando usare l’una e quando l’altra

Dopo questa sintetica panoramica vi illustro le conclusioni che ho tratto dall’utilizzo quotidiano di queste applicazioni per diverso tempo.

GoodNotes

A mio avviso, per prendere appunti (di materie scientifiche, ma non solo); per buttare giù qualche idea in modo rapido, ma ordinato, naturale e preciso; per fare schemi a mano libera e riassunti; per revisionare documenti o aggiungere annotazioni su PDF (come libri, documenti, slide e pagine web convertite) non c’è nulla di meglio! Questa è una di quelle app che uso “da sempre” (per la precisione da esattamente otto anni: era l’aprile del 2012 quando abbandonai Notes Plus in favore di GoodNotes) e non mi ha mai deluso. Anzi, ha sempre saputo sorprendermi con nuove funzioni ed un’esperienza utente magnifica: la sua fluidità nella scrittura e piacevolezza nell’utilizzo prolungata la rendono un alleato perfetto.

PDF Expert

La seconda app in esame è un poco più giovane della precedente, molto diversa da essa e, proprio per questa ragione, altrettanto utile. Quando avete a che fare con una grande quantità di PDF da leggere, studiare e revisionare la sua funzione di sincronizzazione bidirezionale è senza pari - in alcuni casi mi sono trovato ad avere più di 700 file sincronizzati: sarebbe stato impensabile importarli uno ad uno e tenerli aggiornati sul PC salvandoli manualmente. Se dovete “solo” evidenziare rapidamente del testo e aggiungere qualche breve nota su file molto estesi quest’app è estremamente comoda. Quando iniziai ad usarla (nel novembre del 2015) non disponeva ancora di alcune delle sue attuali killer feature (come la possibilità di modificare direttamente il contenuto dei PDF) e - tutto subito - la considerai come un’alternativa meno valida di GoodNotes. Tuttavia, usandola con più frequenza, scoprendone tutte le potenzialità e le nuove funzioni che il team Readdle ha implementato col tempo, PDF Expert è diventata insostituibile.


Commenti


0 di 0

Partecipa

Non puoi aggiungere commenti: per favore effettua il login.